Arte E Cultura Bologna

ARTE E CULTURA

Per cominciare voglio dire che ci sono certe notti, piene di stelle, in cui Piazza Maggiore diventa un luogo del cuore: la scalinata della Basilica di San Petronio colorata dai ragazzi che chiacchierano fino a tardi, i tavolini dei bar sotto il Palazzo del Podestà e il rumore dell' acqua che zampilla dalla cinquecentesca Fontana del Nettuno (all'epoca giudicata scandalosissima per le sue nudità!)

  • Se volete cogliere l'essenza di Bologna, dovete cominciare l'esplorazione proprio da qui: da Piazza Maggiore.

1.) C'é San Petronio, una delle più grandi chiese cattoliche del mondo, con la meridiana del Cassini :divertitevi a spiare i raggi del sole che si presentano all'appuntamento sul marmo rosa del pavimento.

2.) C'é Palazzo d' Accursio con la statua di Gregorio XIII che benedice i passanti.

Se avete voglia di vedere qualcosa di speciale, ci sono tre o quattro cose da non perdere.
Intanto, passando dal cortile interno di Palazzo D' Accursio, salite lo Scalone monumentale:

Al primo piano ci sono le affrescate Sala Ercole e Sala Rossa con le finestre che danno sulla piazza.
Al secondo piano le Collezioni comunali d'arte, l'emozionante Museo Morandi (la raccolta fu donata a Bologna dalla sorella del pittore delle famose bottiglie), la Sala e la Cappella Farnese.

fontana_nettuno_e_palazzo_d_accursio.jpg

Se invece entrate dall'ingresso di Piazza Nettuno, vi tufferete in Sala Borsa, uno spazio suggestivo con i ballatoi di marmo, le volte affrescate e i pavimenti di cristallo dai quali si vede il Foro romano dell' antica " Bononia" , sede di una frequentatissima biblioteca pubblica, con molte postazioni internet e una delle più grandi librerie multimediali d'Europa, aperta sette giorni su sette, dalle 9.00 alle 24.00.

  • Altre visite da non perdere?

Il Museo Civico Archeologico con :

La collezione sull'Antico Egitto
La Pinacoteca Nazionale
La chiesa sconsacrata di Santa Lucia, che oggi è l'Aula Magna dell' Università.

  • Per il resto, il consiglio è: passeggiate.

Bologna è la città dei portici, i più lunghi del mondo: 47 chilometri. I più pittoreschi sono quelli dei vicoli intorno alle Due Torri ( si può salire a piedi sulla più alta, quella degli Asinelli).

E se il giorno è già finito, allora mettetevi in ghingheri: sicuramente troverete uno spettacolo o un concerto che attirerà la vostra attenzione fra le decine in cartellone ogni sera nella notte bolognese.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License