Storia Della Citta Sassari

Informazioni generali:

Sassari è ubicata a Nord-Ovest della Sardegna ed è il secondo comune dell' isola per popolazione. Ma se si vuole essere gentili (e più cordiali) si usa il nome
sassarese -“Sàssari“- quando si parla con uno dei circa 130.000 abitanti, poichè i sassaresi sono troppo alteri in merito alla loro storia indipendente.

provsassari.png

I Primi Anni

Il nome della città è entrata in scena la prima volta nel 1131 con il nome „Jordi di Sassaro“, e questo è documentato in un antico registro. Ma la storia della
città è invece cominciata nel 1294, quando divenne un libero comune, con la promulgazione dello „Statuto Sassarese“, che regolava tutte le vita quotidiana
dei cittadini ed era relativo all'organizzazione giuridica, politica ed amministrativa.

Il periodo aragonese

Dal 1323, l' Impero Aragonese dominava la città, però mano a mano, la città si ribellò agli occupatori, e nel 1417 si diede uno status relativo autonomo. Nei secoli seguenti, i Sassaresi non poterono celebrare molto la loro nuova indipendenza, perchè furono secoli di ribellioni, carestie, crisi sociali, pestilenze e francesi. Questi ultimi invasero la città nel 1527-1528. In periodo tra 1550 e 1700 fu un tempo di gran sucesso in arte, architettura e cultura.
Fra le altre cose, l' Università di Sassari fu aperta per la prima volta in questo periodo.

Il periodo sabaudo e l'Unità d'Italia

Dopo una breve dominazione austriaca tra 1713 e 1720, Sassari e tutta la Sardegna fu regnata dalla Casa Savoia. Nel 1793, guidata dal patriota sardo Giovanni Maria Angioy, Sassari provò a riconquistare la sua indipendenza ancora una volta – ma fallì. Nel 1861, la Sardegna diventò parte dell' Italia unificata. Da questo momento, Sassari divenne una città italiana. Ma tuttora Sassari si considera una città indipendente - in qualche misura.

Sassari_953-06-02-09-3463.jpg
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License